La potenza delle Instagram Stories

Le Instagram Stories: le conosciamo, le critichiamo, ma ormai sono diventate una potenza

Ormai lo sappiamo, quando accediamo ad Instagram la prima cosa che ci colpisce è posizionata in alto…ed è lo spazio che occupano proprio le Instagram Stories.

Se con il profilo privato si segue qualche VIP, è innegabile che principalmente per curiosità, andiamo a vedere le loro Instagram Stories, e alla fine siamo proprio i primi a criticarle: “ma quante storie mette XY”, “l’ennesimo sondaggio di YZ”.

Altro discorso invece dobbiamo fare per i profili business, o meglio, altro approccio dobbiamo avere se siamo professionisti e dobbiamo spiegare ai clienti quanto siano potenti ed accattivanti le Instagram Stories.

Nel mio precedente articolo (https://www.saramacchi.it/la-scelta-dei-canali-social/) ho spiegato bene come, all’interno di una strategia di social marketing, sia importante la scelta del canale social giusto per la comunicazione e per il raggiungimento degli obiettivi.

Instagram sta diventando un social molto utilizzato, ma nello stesso tempo si sta continuamente evolvendo introducendo strumenti molto potenti che aiutano la comunicazione e lo storytelling dell’azienda.

Le Stories sono lo strumento perfetto per diventare creativi e rendere unico ed indelebile un progetto  di comunicazione ( un prodotto nuovo, l’influencer che spiega il prodotto, o il processo di realizzazione del prodotto).

Come detto prima, è quindi importante inserire le Stories all’interno della strategia e soprattutto all’interno del piano editoriale che si è realizzato.

Liberiamo la creatività? Rispettando comunque certe indicazioni

Possiamo inserire foto o video, aggiungendo simpaticissime GIF, l’indicazione geografica, un tag…insomma possiamo inserire delle importanti informazioni che possono aiutare l’utente a conoscere info o caratteristiche del prodotto o dell’azienda.

Possiamo anche fare una diretta…ovviamente dovrà essere una diretta ad hoc: magari l’evento con un testimonial importante, oppure il lancio di un prodotto, insomma qualcosa di particolare che potrà colpire l’utente che segue la diretta.

La  funzione “TESTO”: qui ovviamente, se abbiamo studiato nella strategia un testo particolare, dobbiamo attenerci al piano, ma anche in questo caso possiamo veramente utilizzare la nostra creatività per raggiungere i nostri obiettivi senza troppi sforzi.

Ora possiamo parlare delle altre tipologie di Stories che definirei più originali: “BOOMERANG”, “SUPERZOOM” e “REWIND”… Anche con queste tre diverse tipologie possiamo realizzare a livello di visual storytelling degli ottimi prodotti.

Per concludere, anche se un argomento così importante, è difficile da limitare in un solo articolo del Blog, bisogna saper sfruttare molto bene le Stories, soprattutto su un profilo business.

Se volete saperne di più, non esitate a contattarmi!

Alla prossima!